slideshow 16 slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4 slideshow 5 slideshow 6 slideshow 7 slideshow 8 slideshow 0 slideshow 9 slideshow 10 slideshow 11 slideshow 12 slideshow 13 slideshow 14 slideshow 15

OLIMPIADI INTERNAZIONALI DELLA CHIMICA

Home didattica

Le Olimpiadi Internazionali della Chimica sono nate nel 1968 in Cecoslovacchia ed hanno coinvolto inizialmente solo le nazioni dell'est europeo.

In seguito la partecipazione alle Olimpiadi Internazionali della Chimica è cresciuta e dopo pochi anni si è allargata a numerosi Paesi (circa 70) di tutto il mondo, assumendo l’attuale aspetto di una vera festa mondiale della cultura chimica. L'Italia ha partecipato alle Olimpiadi una prima volta nel 1984, ma solo dal 1987 la sua partecipazione è
divenuta continua perché da quell'anno la SCI, attraverso i Giochi della Chimica, ha regolarmente selezionato una squadra nazionale. L’Italia ha avuto l’onore di ospitare  le Olimpiadi a Perugia nel 1993.

Le Olimpiadi della Chimica si svolgono ogni anno generalmente nel mese di Luglio. Ogni nazione partecipante è rappresentata da una squadra formata da 2 docenti accompagnatori e da 4 studenti che non abbiano ancora
completato il ciclo di istruzione secondario.

Alle Olimpiadi Internazionali della Chimica gli studenti devono affrontare sia provepratiche (sintesi di composti organici, determinazioni quantitative, interpretazione di spettri, ed altro ancora) che teoriche (domande a risposta multipla, risoluzione di problemi di chimica-fisica, chimica organica, chimica generale, chimica inorganica). In base alle prove effettuate viene assegnato ad ogni studente un punteggio che permetterà la formazione della classifica e quindi l’assegnazione delle Medaglie d’oro, d’argento e di bronzo e dei Diplomi di Merito.

Copyright © 2012 Società Chimica Italiana. All Rights Reserved.